Expo 2015, criteri ambientali per il Catering

Vai alla pagina Facebook Vai alla pagina Facebook Vai al gruppo Linkedinnews RSS
Capitolo della Guida agli Acquisti Verdi di EXPO 2015 (scaricabile direttamente dal sito web dedicato di Expo 2015dedicato ai criteri ambientali applicati al Catering. Tale sezione della guida fornisce ai partecipanti all'Esposizione Universale (Paesi, organizzazioni internazionali, ecc.) suggerimenti sia per realizzare "internamente" lunch, coffee break e banchetti, sia per selezionare il servizio di ristorazione/catering all'interno di Expo 2015.  Per quanto riguarda il cibo servito/venduto, i criteri riguardano prevalentemente i metodi di produzione e di imballaggio. 

Per i servizi di ristorazione, i criteri si concentrano sulla riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata, nonché sull'uso di prodotti per la pulizia ecologici e attrezzature da cucina a risparmio energetico.
I partecipanti (Paesi, organizzazioni internazionali, ecc.) sono incoraggiati ad includere criteri di Green Procurement negli appalti e nei contratti mirati ai loro fornitori di cibo e bevande, poichè essi ricalcano i criteri premianti dei bandi.

Per approfondire la Guida agli Acquisti Verdi clicca qui o visita il sito web dedicato di Expo 2015.

 

Criteri di sostenibilità per il Catering:

 

  • Percentuale in peso dei prodotti serviti provenienti da agricoltura biologica;
  • Percentuale dei restanti prodotti non biologici devono essere prodotti secondo criteri di produzione integrata, secondo lo standard UNI 11233:2009;
  • Pesce, prodotti marini o da acquacoltura conformi al Reg. UE 834/2007, Reg. 710/2009 pescati o allevati mediante pratiche sostenibili;
  • Percentuale in peso dei prodotti acquistati conforme al Reg. UE 510/2006, 1898/2006, 509/2006 o qualsiasi altra normativa nazionale che garantisca il collegamento tra i prodotti e il territorio rurale;
  • Piano informativo per i visitatori che includa almeno: informazioni dietetiche e nutrizionali, ingredienti e composizione, origine territoriale dei prodotti, destinazione rifiuti nella raccolta differenziata;
  • Formazione staff sulla minimizzazione dei rifiuti, raccolta differenziata, origine e qualità dei prodotti;
  • Prodotti per la pulizia conformi ai criteri ECOLABEL;
  • Prodotti cartacei provenienti da fibre riciclate;
  • Elettrodomestici utilizzati dal servizio catering conformi alla classe energetica A+;
  • Preferenza di catering in possesso di certificazione di terza parte secondo la ISO 14067 o equivalenti;
  • Prodotti cartacei (come carta da cucina o tovaglioli) provenienti da fibre;
  • Adozione di un sistema di gestione ambientale (ISO 14001 o EMAS), e certificazione sociale secondo lo standard SA8000;
  • Preferenza di catering in base alla capacità di minimizzazione del packaging dei prodotti, riciclabilità degli imballaggi,
    percentuale di materiale riciclato;
  • Veicoli utilizzati per il servizio ibridi, elettrici, bifuel o almeno EURO 4.

Come fare per soddisfare i requisiti ambientali?

Le aziende di catering/ristorazione hanno due modalità, in ordine crescente di impegno: soddisfare pedissequamente i requisiti richiesti oppure soddisfare, in una logica premiante maggiore, i requisiti dello standard internazionale per la sostenibilità degli eventi - ISO 20121. Quest'ultima alternativa comporta un vantaggio competitivo importante associato al carattere distintivo e all'innovatività della propria offerta, visto che oltre ad incontrare i criteri ambientali minimi proposti, si allinea allo standard di gestione sostenibile, ISO 20121, scelto dall'Expo 2015.

 

Per conoscere i singoli criteri di accreditamento per ciascuna tipologia di servizio per eventi visita le singole sezioni: 

         
Organizzatori di eventi
27 febbraio 2014
Allestimenti
6 marzo 2014
Catering
13 marzo 2014
Fornitura di prodotti
20 marzo 2014
Packaging
27 marzo 2014

 

Approfondisci nella nostra rubrica dedicata ad Expo 2015 il percorso di sostenibilità dell'evento

Visita l'area dedicata alla sostenibilità su EXPO 2015